PAINTING

1977 | Città e campo sportivo
1977 | Città e campo sportivo

“Il rapporto tra uomo – ambiente è sempre stato il motivo centrale della ricerca, silenziosa e appartata, che Francesco Rampin ha condotto negli ultimi anni.” “Ed è, proprio per questo, testimonianza credibile puntualmente registrando i diversi momenti dell’interiorità di un artista pensoso del destino dell’uomo.” … Carlo Munari

press to zoom
1977 | Sezione di città
1977 | Sezione di città

“Il rapporto tra uomo – ambiente è sempre stato il motivo centrale della ricerca, silenziosa e appartata, che Francesco Rampin ha condotto negli ultimi anni.” “Ed è, proprio per questo, testimonianza credibile puntualmente registrando i diversi momenti dell’interiorità di un artista pensoso del destino dell’uomo.” … Carlo Munari

press to zoom
1985 | Dal ciclo degli abissi
1985 | Dal ciclo degli abissi

“Francesco Rampin gioca con il sottilissimo legame che unisce realtà ed irrealtà, vero e falso, stregato e magico.” … Cinzia Roselli

press to zoom
1986 | Composizione spaziale
1986 | Composizione spaziale

“Eppure la realtà di Francesco Rampin ci sorprende e ci fa meditare: egli ha scelto un lavoro « in bilico quasi tra l’indagine fisica e l’astrazione, sospingendo l’ambiguità fino ai limiti della rarefazione »”… Paolo Zauli

press to zoom
1986 | Dal ciclo degli abissi
1986 | Dal ciclo degli abissi

“… rimane viva soltanto la coscienza del ritmo intrinseco alla mobilità di un divenire impreveduto, mentre il colore nasce, si stempera, matura e si dissolve nello spazio libero, che solo il limite della tavola contiere.” … Image&Art Life

press to zoom
1987 | Composizione spaziale
1987 | Composizione spaziale

“… rimane viva soltanto la coscienza del ritmo intrinseco alla mobilità di un divenire impreveduto, mentre il colore nasce, si stempera, matura e si dissolve nello spazio libero, che solo il limite della tavola contiere.” … Image&Art Life

press to zoom
1988 | Composizione spaziale
1988 | Composizione spaziale

“Dipingere per me è come un atto attento sui bordi della forma. E’ una disputa silenziosa, intima, che prende apparenza di colore …” Francesco Rampin

press to zoom
1988 | Dal ciclo degli abissi
1988 | Dal ciclo degli abissi

“L’Arte è un modo di immaginare davanti a noi, nel processo di adattamento dell’uomo al suo ambiente, una presenza amica, che non nasce dalla paura di essere soltanto un uomo, ma dalla percezione soggettiva di potere essere più uomo di così.” … Francesco Rampin

press to zoom