© 2018 by RAMPIN FRANCESCO​

  • Bianco Google Places Icona
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White Vimeo Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Twitter Icon
  • White Pinterest Icon
  • White YouTube Icon
  • Bianco Google+ Icon

FRANCESCO RAMPIN LA PELLE DEL PORFIDO

Centro culturale Altinate San Gaetano – Padova

8 Dicembre 2017 – 7 Gennaio 2018

Sarà inaugurata giovedì 7 dicembre alle ore 18 al Centro culturale Altinate San Gaetano in via Altinate 71 la mostra Francesco Rampin. La pelle del por do, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova.
La mostra rimarrà aperta al pubblico dall’ 8 Dicembre 2017 al 7 Gennaio 2018 (Orario 10 -19; Chiuso lunedì, 25 Dicembre, 1 Gennaio - Ingresso libero).

Curata dall’architetto Matteo Rampin, l’esposizione presenta una quarantina di sculture realizzate negli ultimi sette anni ed è arricchita da un’installazione che si propone di ricreare l’atmosfera dello studio dell’artista.
Francesco Rampin inizia la sua carriera artistica con la pittura, ambito in cui si distingue per l’uso sapiente del colore. Tale capacità si manifesta poi nelle sue sculture, caratterizzate da giochi di luce e di colore. Nelle sue sculture Francesco Rampin utilizza il por do e il ferro, materiali che conferiscono alle opere iridescenze enigmatiche, invitando lo spettatore a guardarle da vicino, girando intorno, per cogliere i giochi di luce, le diverse visuali.

In alcuni casi il ferro penetra la struttura stessa del monolito creando un amalgama armonioso, come nelle opere “Cubo orito” o “Danza dei cubi”, dove i due materiali si fondono alla perfezione.
In altri casi invece l’intelaiatura in ferro e la pietra danno origine a due strutture diverse, quasi una scultura nella scultura: è il caso di “Lancia” in cui l’armatura è un’opera a sé stante che vive di vita propria.

Una scultura dal forte impatto visivo, nel solco dello scultore romeno Constantin Brancusi (1876- 1957), ma anche della tradizione italiana novecentesca di Ettore Colla (1896 -1968) .